I Dear Jack sono tra i 20 artisti in gara nella categoria “Campioni” del Festival di Sanremo con il brano Mezzo Respiro (Roberto Balbo/Stefano Paviani/Leiner Riflessi/Claudio Corradini). Nella serata di giovedì 11 febbraio dedicata alle cover, la band si esibirà in una inedita versione di Un Bacio a Mezzanotte, brano reso celebre nel 1953 dal Quartetto Cetra.

“Mezzo Respiro” è anche il titolo del nuovo album dei Dear Jack che sarà pubblicato venerdì 12 febbraio e conterrà 8 brani inediti, 2 cover (Oro di Mango e quella presentata sul palco dell’Ariston), e 3 brani estratti dal precedente album della band e reinterpretati dalla nuova formazione. I Dear Jack torneranno live il 16 marzo sul palco dell’Alcatraz di Milano.

MEZZO RESPIRO – Scheda Album

1.LA STORIA INFINITA Brano di apertura del disco in cui parliamo di come spesso ci muoviamo negli stessi territori per comodità, o semplicemente perché sappiamo bene a cosa andiamo incontro, anche se una vita vissuta entro i confini non è vita. La paura del fallimento è l’anestetico ai nostri sogni e l’errore più grande è sopravvivere. In questo brano c’è l’esortazione a buttare il cuore al di là dell’ostacolo e provare a mettersi continuamente in gioco e in discussione. E’ un brano in cui il ritmo serrato di batteria e basso ed i suoni di chitarra con una melodia molto orecchiabile determinano un’atmosfera liberatoria.

2.GUERRA PERSONALE Il brano parla delle guerre che ognuno di noi affronta con se stesso e per se stesso, nei momenti di difficoltà, alla continua ricerca di una costante che rappresenti un punto di riferimento nel quale rifugiarsi e trovare conforto e sostegno. Ognuno può immedesimarsi a proprio piacimento, a seconda delle proprie esperienze. È un brano che mostra di avere un gran carattere emotivo, catturando sin da subito con dei cori simili a sospiri che fanno da apri pista a ritornelli molto potenti ed incisivi.

3.MEZZO RESPIRO E’ una storia d’amore giunta al termine, ma che allo stesso tempo sembra non voglia finire. Vuole farci riflettere su comportamenti che sembrano semplici ma in realtà valgono più di mille parole, dallo stare in silenzio ad un “mezzo respiro” per non ignorare una storia che lascia un segno nel cuore. Vuole far capire che l’amore, quello vero, resta, e nonostante tutto non si potrà mai ignorare quello che è successo nel passato. Questo è il primo inedito che abbiamo suonato insieme in sala prove improvvisandolo quasi totalmente.

4.ORO Siamo stati invitati ad una serata tributo a Mogol e abbiamo deciso di partecipare con Oro. Per noi è stato molto stimolante rielaborare un brano di tale prestigio e abbiamo cercato di dargli una nuova veste in “puro stile Dear Jack” mantenendone i tratti caratteristici e introducendo uno scheletro ritmico e armonico funk-elettronico senza rinunciare alle nostre radici “rock.” Per noi è stato un onore poter inserire Oro in questo disco rendendo così omaggio a Pino Mango.

5.IO E TE La fine di un amore o di un’amicizia è un momento difficile che ti lascia amarezza, ma può diventare un’ esperienza positiva per poter cambiare, essere migliori per se stessi e per gli altri. Con il tempo si può anche perdonare ma voler dimenticare tutto senza dover per forza restare ancorati al passato. Una ballad dal sapore elettronico, dalle sonorità nuove e con una ritmica incessante che sembra voler ricordare una marcia.

6.OSSESSIONE Con questo brano abbiamo voluto sperimentare un sound di base elettro-rock ma con influenze latine che fino ad oggi non ci è propriamente appartenuto. Racconta del desiderio inaspettato che si può provare nei confronti di una persona che fino a quel momento consideravamo amica mettendo quindi in discussione la celebre “regola dell’amico” degli 883.

7.NON È SOLO UN PICCOLO PARTICOLARE L’importanza dei piccoli gesti sui quali spesso costruiamo grandi progetti. Sono piccoli particolari che rendono unica una storia e rendono unici i ricordi. Ballad elletro-pop sui cui abbiamo appositamente sperimentato una ritmica “fuori genere” unita a pad e synth con lo scopo di rendere l’atmosfera del brano mistica e molto particolare.

8.AMORE E VELENO Una storia. Tante, forse troppe preoccupazioni. Quante volte non riusciamo a vivere a pieno una relazione frenati dalle paure e dai timori che come un virus infettano i nostri sentimenti? Questa canzone è un inno, un invito a guardarsi negli occhi e lasciarsi trasportare e sentirsi liberi di vivere la magia di quell’istante.

9.THE BEST TIME In alcune fasi della realizzazione del disco l’istinto ha preso il sopravvento su di noi e “The Best Time” ne è un perfetto esempio. Sfogare un sound puramente rock è stato per noi un impulso da assecondare. Il testo, in inglese, racconta della capacità di distruggere il rancore, allontanare i rimpianti, per cercare di tenersi stretto chi amiamo o desideriamo, accompagnati dal desiderio del sesso. L’atmosfera è da immaginare in un oasi intima e calma avvolta dalla frenetica realtà metropolitana. Un mondo musicale diversissimo da quello in cui ci immaginate, un mondo che comunque ci appartiene completamente.

10.UN BACIO A MEZZANOTTE Fin dal primo ascolto abbiamo pensato ad un arrangiamento alternativo che calzasse perfettamente con la nostra immagine di band. La possibilità di incastrare le voci poi è stata la ciliegina sulla torta che ci ha fatto dire: “È lui, è il brano giusto.” Abbiamo dato un’impronta più moderna senza però privarci del valore aggiunto che può dare un’orchestra immaginando come il Quartetto Cetra avrebbe potuto interpretarlo a distanza di anni. Siamo orgogliosi di poter eseguire questo brano dandogli una nuova veste.

11.UNO SBAGLIO INSIEME (già in Domani è un altro film – Seconda parte) E’ stata scritta da Diego Calvetti, produttore musicale del nostro secondo album. Gli sbagli sono inevitabili, ma quando si fanno insieme si arriva al punto di star male per quanto si sta bene.

12.ORA O MAI PIÙ (già in Domani è un altro film – Seconda parte) Una ballad che mostra un amore non contraccambiato e la sofferenza che si prova quando la persona amata si allontana sempre più. Le attese di una risposta mai ricevuta ad una dichiarazione fatta sono sempre lunghe e pesanti, quando in realtà l’unica che si riceve è un silenzio che lascia al passare del tempo la soluzione per smettere di soffrire.

13.LE STRADE DEL MIO TEMPO (già in Domani è un altro film – Seconda parte) La canzone parla dell’ incapacità dell’ uomo di avere relazioni sentimentali stabili e che quindi percorre strade estranee guidato dall’inganno della nostalgia che si scopre essere solo un abbaglio. Il brano è molto ipnotico, con una buona commistione di rock ed elettronica.

1 comment

Chiara Agnese

Su rispondi alle mie domande subito qua da me Lorenzo Cantarini e io sono al compiuter da sola. Sono diaspetero subito qua da me Lorenzo Cantarini me senza te moriei voglio un piccolo amore.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.